Al rientro dalle vacanze, nonostante si sia trascorso un periodo di relax, abbiamo tutti bisogno di tornare in forma! Qualche gelato in più ha turbato la bilancia e pelle e capelli sono da coccolare, dopo essere stati esposti ripetutamente ai raggi UV e al cloro della piscina.

In questo articolo 4 consigli utili per far risplendere la tua chioma.

nutrire-capelli-ver2

 

Come stanno i tuoi capelli dopo un’estate al mare o in montagna? Se hai l’impressione che siano secchi, fragili, sfibrati e fuori tono, puoi ridar loro colore e bellezza con qualche piccolo accorgimento e usando i prodotti più adatti alle tue esigenze.

Idratali con shampoo e balsamo

Dopo tanto sole reidrata i capelli secchi e inariditi con uno con shampoo delicato, aggiungendo sempre del balsamo che li renda più pettinabili.

Evita l’uso di prodotti aggressivi, eccone invece alcuni che potrebbero interessarti:

Maschera? Almeno una volta a settimana

nutrire-capelli-ver1

Se desideri far tornare la chioma soffice e idratata, applica periodicamente sui capelli una maschera nutriente.

Consigliamo la TIGI – URBAN ANTIDOTES RECOVERY MASK 200 ml, maschera ristrutturante per capelli danneggiati, capace di ripristinare le fibre interne. Grazie all’effetto “spugna” del prodotto, la chioma non sarà più idrorepellente ma tratterrà l’idratazione.

Ne consigliamo l’uso associato a un “recovery shampoo”, come il primo della lista precedente.

Usa un buon trattamento

Esistono dei trattamenti ad hoc per ridare salute a qualsiasi tipo di capello.

Fra questi suggeriamo SCHWARZKOPF – BC BONACURE MOISTURE KICK TREATMENT 200 ML, prodotto idratante per capelli inariditi e fragili, e il TRATTAMENTO IDRATANTE AD AZIONE INTENSIVA SEBASTIAN- HYDRE TREATMENT 150 ML, ideale per capelli crespi o secchi.

Una spuntatina non fa male

Raggiungi il tuo parrucchiere di fiducia e lasciagli dare una spuntatina ai capelli sfibrati, tagliando soprattutto le punte danneggiate dal sole. Se hai i capelli tinti, i raggi UV ne avranno sbiadito il colore. Attendi che tornino in salute prima di rifare la tintura, in alternativa scegline una senza ammoniaca e poco aggressiva.

Che ne pensi delle nostre dritte? Ne hai da aggiungere? Ci interessa la tua opinione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *