Guida all’acquisto della piastra lisciante per capelli

Professionale o no? Con che tipo di rivestimento? Se hai deciso di acquistare una piastra lisciante per capelli, ti starai facendo queste e altre domande.

Fai bene! Non è uno strumento da sottovalutare, ha un ruolo fondamentale per l’acconciatura e soprattutto – se scadente – può rovinare la chioma.

Che tu abbia i capelli ricci, lisci o ondulati, ti servirà uno strumento lisciante di qualità.

Come orientarsi nella scelta della piastra lisciante giusta?

Ecco alcuni consigli che potranno tornarti utili.

CONSIDERA ALCUNI FATTORI

Se il design fra le diverse piastre liscianti è abbastanza simile, altri elementi differenziano in maniera incisiva un modello dall’altro.

Leggi anche: Come fare i boccoli con e senza piastra

In fase d’acquisto, considera questi fattori:

Temperatura – scegli una piastra per capelli che ti permetta di regolare la temperatura, durante il suo utilizzo. Fa attenzione: se troppo alta, brucerà i capelli, se troppo bassa, non renderà la piega

Grandezza – le piastre sono disponibili in più dimensioni (lunghezza e larghezza), dovrai orientarti in base alla tua chioma. Per le frange e i capelli corti, meglio quelle più piccole, per le capigliature lunghe quelle più grandi

Rivestimento delle piastre – la migliore soluzione offerta dal mercato, attualmente, sono le piastre professionali con rivestimento in ceramica, materiale che non aggredisce i capelli e rende la piega più fluente. Il top – secondo noi – sono le cosiddette “styler” GHD, piastre professionali in ceramica, usate nei saloni di bellezza di livello medio-alto.

Disponibili in tre grandezze, in serie limitate e nella classica “Gold Series”, sono dotate di spegnimento automatico (puoi stare al sicuro se dimentichi la piastra accesa);

piastra lisciante per capelli

Uso possibile anche sui capelli bagnati – vai spesso di fretta, ma non vuoi rinunciare a un look impeccabile?

Opta per una piastra utilizzabile anche sui capelli bagnati. In questo caso è possibile modellare la chioma prima di asciugarla, con un notevole risparmio di tempo.

✔ Infine, non sottovalutare il consumo energetico.

Oltre alla potenza espressa in Watt, controlla il tempo che impiega la piastra lisciante per capelli per riscaldarsi. Se è breve, il consumo di energia sarà minore.

Scegli la Tua Piastra Lisciante per Capelli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *